Chi è il logopedista e di cosa si occupa?

Il logopedista è il professionista sanitario che si occupa della prevenzione, cura e riabilitazione dei disturbi della voce, della comunicazione, del linguaggio, dei disturbi cognitivi e dell’apprendimento in età evolutiva, adulta e geriatrica attraverso la valutazione, il bilancio, la programmazione, l’elaborazione e la verifica di programmi riabilitativi individuali.

Quali sono i disturbi del bambino per cui i genitori dovrebbero rivolgersi ad uno specialista?

Le problematiche in età evolutiva riguardano prevalentemente i ritardi dello sviluppo del linguaggio, come per esempio i difetti di articolazione, di pronuncia, la povertà lessicale e di strutturazione della frase, le disfluenze, i problemi di voce, la deglutizione deviata legata a mal occlusioni dentali, le difficoltà nell’apprendimento della lettoscrittura, i disturbi sensoriali legati all’udito.

Altro importante settore riguarda i Disturbi Pervasivi dello Sviluppo di tipo Autistico.

In presenza di questi disturbi, a che età comunque è opportuna una prima visita?

L’intervento precoce è alla base del successo della riabilitazione logopedica. Pur essendo presente un’ampia variabilità nel campo evolutivo, è consigliabile effettuare una valutazione nei primi anni di vita se non si sviluppa un adeguato vocabolario e risulta compromessa la comunicazione.

Le valutazioni sono generalmente eseguite da un’équipe specialistica dove opera il Logopedista.

In cosa consiste la visita?
Quanto tempo dura la prima seduta?
Qual è la durata totale del ciclo di visite?

La prima visita logopedica mira alla definizione del problema del bambino, al counseling informativo e prescrittivo ai genitori per instaurare un’alleanza terapeutica indispensabile al trattamento e alla programmazione dell’intervento riabilitativo.

Le sedute logopediche durano circa 45 minuti , ed il ciclo di terapie varia in base alla patologia riscontrata con verifiche e obiettivi periodici.

Come impara il bambino a correggere le sue lacune?

Gli strumenti utilizzati dal logopedista durante la riabilitazione sono prevalentemente di tipo ludico, con oggetti, giocattoli, giochi strutturati, immagini e tutto ciò che può attirare l’interesse del bambino, naturalmente adattati in base all’età ed alle sue capacità cognitive.

Leggi l’intervista completa sull’argomento, ad un’esperta del settore, la Dottoressa Sara Panizzolo, in collaborazione con la Federazione Logopedisti Italiana.

Tag:, ,